10 regole della moda da conoscere

10-regole-della-moda-da-conoscere10 regole della moda da conoscere. Una sorta di decalogo. Per “della moda” si intende, giusto per evitare fraintendimenti, la mia visione della stessa, la mia idea di stile

Ecco, nessuna pretesa di dettare legge o di imporre il mio personalissimo punto di vista, ma solo una voglia irrefrenabile di tenere chiunque alla larga dal pessimo gusto. Tutto qui.

  1. Le calze color carne sono un’eccezione. Cioè non andrebbero indossate – sì, anche quelle che sembrano più glamour e sofisticate solo perché si chiamano nude – se non in rarissimi ed eccezionali casi.
  2. No ai completini. Borsa e scarpa vanno abbinati certo, perché nessuna vuole un look carnevalesco per uscire di casa, ma non vanno coordinati in perfetto pendant per evitare l’effetto banale e piatto da catalogo.
  3. Mixare, non copiare. Accostamenti azzardati, ma non troppo, piccoli innesti originali ci stanno. Giusto per spezzare la monotonia e la banalità di un look da catalogo.
  4. Il calzino bianco. Vietato, con l’unica eccezione consentita della palestra. Punto, senza se e senza ma.
  5. Ogni tacco un capriccio. Sì, ok come frase è un po’ tirata, come metafora un po’ copiata, ma suona bene e il significato ci sta. Il tacco va dosato e calibrato in base all’occasione d’uso e alla situazione. Se stiletto fa perfettamente rima con serata fuori, zeppa in rafia stride con riunione di lavoro. Ecco, giusto per fare un paio di esempi.
  6. A ciascuno il suo… stile. Sì, perché copiarlo dagli altri non è una scelta intelligente. Ognuna ha il suo, deve solo trovarlo. Basta guardarsi allo specchio con obiettività, seguire qualche suggerimento prezioso, fermarsi qualche minuto in più davanti all’armadio e il gioco è fatto.
  7. Il caldo può giocare brutti scherzi. E così spuntano micro shorts e infradito dove non dovrebbero. Fanno capolino rotolini e centimetri di pelle che non dovrebbero proprio scorgersi nemmeno lontanamente. Soprattutto quando si è ancora in ufficio, al lavoro, in città. Bikini e copricostume vanno relegati alle località di villeggiatura, meglio non esportarli altrove.
  8. Le ciabatte si usano solo in spiaggia. Questa regola vale per gli uomini, che nella stagione più calda azzardano sandali e ciabattoni vari anche in città. Anche no, grazie.
  9. Blu e nero vanno d’amore e d’accordo. Separati alla nascita per un vecchio luogo comune, queste due tonalità scure e decise insieme fanno davvero faville. Blu e nero sono una coppia vincente, sofisticata e chic.
  10. Scoprirsi con stile. Non ci sono troppi limiti alla voglia di scoprirsi. Ma dovrebbero esserci. Dopo i 40 meglio evitare le minigonne e i micro shorts. Ma già dopo i 30 qualche ragionamento andrebbe fatto. E anche dopo i 20 se le gambe non lo consentono, il consiglio è di scegliere soluzioni in grado di esaltare al meglio la silhouette.
Ancora Nessun Commento

I comment sono chiusi

  • Link diretti per l'acquisto dei capi
  • Codici Promozioni e Sconti
  • Linea Diretta con le Stylist
  • E...molto altro ancora!

e scopri tutti i VANTAGGI.

ENTRA NEL MONDO DI STILLY