Come Pulire i Giochi degli Animali con dei Rimedi Naturali

In questa guida spieghiamo come pulire i giochi degli animali con dei rimedi naturali.

Occorrente
un bicchiere di aceto di sidro di mele
un cucchiaio di bicarbonato di sodio

Procedimento
Chi ha un cane sa che palline, frisbee e animaletti o giochini di gomma morbida e dura si sporcano facilmente, soprattutto se il vostro cane ama sotterrarli o portarli in giro in giardino. Venendo poi in contatto con la bocca dell’animale, questi giocattoli vanno puliti accuratamente.
Ma per pulirli ci vuole un detergente che non sia tossico per l’animale. Questo rimedio funziona anche per i topini e le palline dei gatti, oggetti che ritrovate dopo puntualmente dopo tempo immemorabile sotto i mobili, negli angoli più bui e polverosi.
Raccogliete i divertimenti dei vostri animali e metteteli a bagno in aceto di sidro di mele e bicarbonato di sodio disciolti con acqua tiepida. Dopo una ventina di minuti in ammollo, puliteli, strofinandoli accuratamente sotto l’acqua corrente. Sciacquate bene per eliminare i residui di sporco e detergente, che anche se è naturale, non è mai gradito ai vostri cuccioli.

Ora siete pronti per giocare insieme ai vostri animali in tutta sicurezza, per voi e per loro.

Come Scegliere un Deumidificatore per la Casa

La qualità dell’aria che respiriamo è di vitale importanza. Con questa selezione vi aiuteremo a scegliere il deumidificatore che fa al caso vostro e che migliorerà significativamente la qualità dell’aria e dei vostri ambienti casalinghi.

Abbiamo scelto per voi i dispositivi portatili che si sono rivelati i migliori per risparmio energetico, potenza del flusso d’aria, potenza deumidificante, facilità di spostamento e di utilizzo. Adesso sta a voi scegliere quale rispecchia meglio le vostre esigenze, a seconda del locale in cui dovete installarlo.

Olimpia Splendid ACQUARIA 10
L’Olimpia Splendid AQUARIA 10 ha una capacità deumidificante di 10L/24h e il serbatoio è da 1.1 litri. Il livello di rumorosità arriva a 36dB e il livello di deumidificazione può essere regolato grazie all’umidostato meccanico. Può deumidificare ambienti fino a 90 metri cubi.
E’ dotato di spia d’allarme tanica piena, scarico continuo della condensa e del dispositivo di sbrinamento. Grazie alla tanica trasparente potrete sempre controllare il livello di riempimento del serbatoio. E’ possibile acquistarlo per circa 110 euro. E’ sia conveniente che funzionale.

Electrolux EXD16DN3W
Il deumidificatore Electrolux EXD16DN3W ha un sistema a doppia funzione in grado di deumidificare e purificare l’aria. Grazie al flusso da 170 metri cubi/ora ha una capacità deumidificante di 16L/24h e può coprire ambienti fino a 44 metri cubi.
Il filtro ha sia funzione antipolvere che antibatterica e il serbatoio è molto capiente ed arriva fino a 3 litri con spegnimento automatico in caso di riempimento. E’ dotato di display LED e funzioni caratteristiche: l’umidostato digitale, la velocità variabile e il doppio sistema di scarico. Il carico dell’alimentatore è di soli 350W e il livello di rumorosità arriva ad un massimo di 38dB. Le dimensioni di 35x51x24 sono molto contenute ed è facile spostarlo da un ambiente all’altro. E’ possibile acquistarlo per poco più di 180 euro.
Ottimo deumidificatore per asciugatura bucato

Trotec TTK 69 E
Trotec TTK 69 è un dispositivo molto potente ed è contenuto nei consumi. Ha una capacità deumidificante di 20L/24h e consuma solo 350W/h. La portata d’aria è di ben 130 metri cubi ed è dotato di funzionalità per asciugare velocemente la vostra biancheria. Il livello di rumorosità sonora è di 43dB e grazie al display potrete controllare il livello di umidità dell’ambiente in cui è posizionato.
E’ dotato di sbrinamento automatico elettronico, modalità notturna, blocco di protezione per bambini, ventilatore a 3 livelli, filtro dell’aria lavabile, maniglie per facilitarne il trasporto, timer regolabile, collegamento per lo scarico del condensato e spia d’allarme serbatoio pieno. Il serbatoio è da 4 litri ed è possibile acquistarlo online per 129 euro.
Ideale per ambienti di 45-50 mq

DeLonghi DDS30
Il deumidificatore DeLonghi DDS30 è un dispositivo professionale e di fascia alta acquistabile per oltre 350 euro. Oltre a purificare l’aria può anche funzionare in modalità riscaldamento ed ha un’incredibile flusso d’aria di 30L/24h.
Il serbatoio è da 4.5 litri ed è potentissimo grazie al wattaggio che arriva fino a 1330W. La rumorosità è contenuta nonostante la potenza ed arriva ad un massimo di 50dB. Pesa 18kg ma grazie alle rotelle è facile da spostare da un ambiente all’altro. E’ dotato di funzionalità Laundry (per asciugare il bucato), comandi elettronici avanzati, funzione extra power per eliminare fino a 30L di umidità al giorno, 3 velocità e auto-fan, timer da 24 ore con auto spegnimento e doppio sistema di eliminazione del condensato.
Il più potente e completo di funzioni

Olimpia Splendid AQUADRY 28
Il deumidificatore Olimpia Splendid AQUADRY 28 è un potente dispositivo con funzione di purificazione dell’aria. Ha una capacità di 28L/24h e il serbatoio ha una capienza di 3.5 litri. Il livello di rumorosità sonora è contenuto e raggiunge un massimo di 42dB.
E’ dotato di display LCD e comandi digitali per impostare velocemente la velocità della ventola o il livello di deumidificazione desiderato. Ha la spia d’allarme tanica piena, la possibilità di impostarlo a scarico continuo della condensa, il dispositivo di sbrinamento elettronico, la tanica a scomparsa con sistema push-pull e maniglia per facilitare il trasporto. Il flusso d’aria copre fino a 200 metri cubi. E’ possibile acquistarlo per circa 250 euro.
Ideale per ambienti superiori a 90 mq

Come Risparmiare sul Carburante

L’automobile è indispensabile: il nostro mezzo oltre a essere costoso, per quanto riguarda l’acquisto iniziale, si ciba continuamente di carburante, per mantenere attivo il motore. E’ possibile grazie ad alcuni accorgimenti avere dei notevoli risparmi.

Prima di effettuare un acquisto relativo alla propria autovettura, bisogna documentarsi della medesima e controllare i propri consumi, fatto questo passaggio, bisogna preoccuparsi meno della spesa. Rimanere sempre aggiornati sui prezzi del carburante, bisogna acquistare la benzina la dove è più economica. Aggiungere additivi, per la pulizia del motore può risultare efficace per ridurre i consumi.

Quando si affronta una curva, bisogna cercare di guidare in modo uniforme, in modo da aumentare la sicurezza e ridurre i consumi. Guidare sempre con fluidità,senza essere precipitosi. La pressione dei pneumatici è di fondamentale importanza, si arriva a risparmiare fino al 2%. Spegnere il motore al semaforo, può sembrare assurdo, ma si ha un risparmio del 30% sul carburante.

Cambiare marcia a 2.000 giri, e mantenere la marcia in quarta è vantaggioso non solo per il risparmio, ma anche per la sicurezza. La manutenzione (tagliandi-revisione) deve essere puntuale, oltre al risparmio mantiene efficace le prestazioni del veicolo. Pesi inutili, tipo portapacchi (ovviamente quando non si ha esigenza) non rendono una buona andatura del veicolo, oltre a essere svantaggioso per i consumi.

Come Risparmiare sulla Spesa

Quanti di noi, arrivati a fine mese, rimangono sbalorditi davanti all’estratto conto che riporta un saldo ad un livello che non si sospettava? Per evitare brutte sorprese, molte sono le tecniche di risparmio consigliate, tra le quali compaiono anche suggerimenti utilissimi e facilmente attuabili che riguardano le piccole spese quotidiane.

Un ottimo modo per tenere sotto controllo le spese di ogni giorno, può essere quello di fare sempre la lista della spesa inserendo in questa solo ciò che è indispensabile e,soprattutto, ripromettersi di tenervi fede evitando di farsi tentare da prodotti che non sono presenti in elenco; in questa fase può ritornarvi utile sfogliare qualche volantino di offerte e promozioni dei vostri supermercati di fiducia,senza però esagerare, altrimenti, nella corsa da un negozio all’altro alla ricerca delle offerte più convenienti, si rischierà di rimetterci in consumi per gli spostamenti effettuati.

Dei prodotti scelti, acquistare sempre quantità commisurate all’uso che se ne deve fare, in modo da evitare eventuali sprechi.Errore più grande e frequente, infatti, è proprio quello di portare a casa quantità inadeguate di prodotti facilmente deteriorabili che non si farà mai in tempo a consumare, gettando così nella spazzatura centinaia e centinaia di euro ogni mese.

Quando si tratta di dover acquistare prodotti confezionati e a lunga conservazione, allora è concesso riempirne il carrello con qualche pezzo in più, soprattutto se il prodotto in questione risulta in promozione. Infine, si consiglia sempre di guardare le etichette di ciò che si acquista, perché non è detto che il risparmio non possa andare di pari passo con la qualità.

Come Risparmiare Inchiostro della Stampante

Se dobbiamo stampare documenti di grandi dimensioni, come per esempio i capitoli della nostra tesi, la spesa per le cartucce della nostra stampante rischia di diventare un po’ troppo elevata. Ecofont è un tipo di carattere creato dall’azienda olandese Spranq, che consente di risparmiare fino al 20% di inchiostro. Si tratta di un tipo di font studiato per offrire la massima leggibilità al minimo consumo. Vediamo come funziona.

Digitiamo l’indirizzo www.ecofont.eu e selezioniamo dall’elenco il link italiano. Entriamo nella sezione “Download” e clicchiamo su “spranq_eco_regular.ttf”. Nella finestra di dialogo che compare, mettiamo il segno di spunta alla voce “Salva file” per aprire la finestra di selezione della cartella di destinazione. Ora dobbiamo solo scegliere la cartella dove verrà salvato il file: per comodità lasciamolo in documenti, potremo eliminare il file dopo avere istallato la font.

Installare la font è questione di pochi secondi. Innanzitutto accediamo al Pannello di Controllo selezionando la voce dal Menu Start. Dal Pannello di Controllo, apriamo la cartella “Caratteri” e dal Menu File selezioniamo “INstalla nuovo tipo di carattere”. Ora non ci resta che cercare e selezionare il file che abbiamo scaricato. Dunque siamo già pronti per usarlo: l’operazione richiede pochi secondi.

Dopo avere istallato il carattere e il programma di videoscrittura (per esempio Openoffice.org o Word), vediamo che la nuova font è nell’elenco. Infine, possiamo provare a fare un confronto tra la nuova font ed una tradizionale. Se proviamo a scrivere una parola scegliendo un carattere molto grande, capiamo qual è il “trucco” per consumare meno inchiostro: le lettere sono bucherellate nella parte centrale, ma con un corpo 10 o 9 non si nota la differenza.